Photo: Stocksy

Ti senti pronto/a a reinventarti ma non hai idea da dove cominciare? Non sei solo/a. Il pensiero di creare grandi e duraturi cambiamenti nella tua vita può essere paralizzante: “Cosa voglio, chi credo di essere?”. Queste domande ti suonano familiari?

Immagino di si, e per questo voglio che tu sappia questo: il cambiamento è possibile, e l’essere sopraffatti dal timore di intraprenderlo è normale, ma è anche solo una parte di esso. Lo so, lo so, non è la parte più divertente, ma è un ostacolo che puoi superare per proseguire nel tuo cammino di crescita, è anzi parte integrante del cammino.

Quando guardi il futuro e non riesci vedere chiaramente ciò che vuoi e come crearlo quel senso di sopraffazione ti trascina a terra, tanto da sentirti scoraggiato e impotente ancora prima di iniziare. La ragione principale di questo sentirti così pessimista è che stai guardando un’immagine troppo grande.

Questo sentirti impotente e incapace è una sensazione comune a tutti.

A questo proposito, voglio condividere con te uno dei miei primi ricordi indelebili di bambino, sono certo che ti farà comprendere meglio il senso di sopraffazione che provi e ti sarà di aiuto,per superarlo e dare inizio al viaggio verso il tuo futuro ideale..

Ricordo perfettamente come mi sentii la prima volta che vidi il mare. Quella distesa d’acqua senza confini mi riempì di timore, non riuscivo a guardare l’orizzonte lontano: quella immensità mi disorientava.
Provavo un tale timore che scappai, e ci volle del bello e del buono da parte dei miei genitori prima di trovare il coraggio di mettere un piede in acqua. Quando finalmente lo feci, però, scoprii che non mi sarei perso in quella distesa infinita e, a piccole tappe, alla fine non ebbi più paura, superai la linea di confine, imparai a nuotare e a giocare con il mare e quella vacanza divenne una delle più belle della mia vita.

Alla fine, quello che veramente mi spaventava era la paura di perdermi, ed è la stessa paura che ti assale quando guardi il futuro, sconfinato come il mare.

Visualizzazione guidata

Piuttosto che cercare di costruire una vita completamente nuova da zero, puoi cominciare con visualizzare la tua giornata ideale e, da questo punto di partenza accessibile, intraprendere tante piccole azioni per trasformare questo sogno in realtà.
È bene pianificare queste azioni in anticipo, ma solo nella misura in cui ti aiutano a fare progressi. Indirizzare il tuo focus verso qualcosa di concreto e accessibile può rendere i passi successivi più fattibili.

Il primo passo è sfruttare la tua immaginazione, così da arrivare a scoprire quali sono i tuoi desideri più profondi. Quando lasci che questi desideri dal profondo di te salgano in superficie, trovi la chiarezza per intraprendere un’azione certa, realizzabile.
Chiarezza significa conoscere ciò che vuoi, perché lo vuoi, cosa ti motiva e ti ispira e ti mostra infine cosa fare dopo. Allora, fai in modo che questa azione dia inizio ad un movimento in avanti, per ottenere un indizio chiaro sulla direzione da prendere.

Ti guiderò attraverso un esercizio di visualizzazione per aiutarti a scoprire il tuo giorno ideale. Può essere utile farti aiutare da qualcuno, che ti farà queste domande mentre hai gli occhi chiusi, in modo da poter vedere le immagini nella tua mente. Se lo fai da solo, leggi le domande, chiudi gli occhi e visualizza le risposte.

Immagina un giorno così incredibile che potresti viverlo in tante, molteplici versioni, più e più volte, e sentirti felice. (Questo giorno dovrebbe includere anche il lavoro, ma non concentrarti sulle specifiche azioni che compi sul posto di lavoro.)

Immagina di vivere il tuo giorno ideale sei mesi da adesso.

  • Dove ti svegli?
  • Cosa c’è attorno a te?

Prendi nota di come ti senti quando ti svegli: le tue sensazioni, la percezione del calore mentre indugi ancora sotto le lenzuola, i rumori esterni, la luce che filtra attraverso le tende..

Come sembra la tua routine mattutina? Come trascorri le prime ore della tua giornata? Visualizza te stesso mentre prepari la colazione. Hai in programma di uscire, oppure trascorrerai la giornata in casa?
Ricorda, questa è la tua giornata ideale.

Se hai un impiego, quando inizia la tua giornata lavorativa? Dove stai lavorando e come appare il tuo ambiente? Con chi sta lavorando? Quali passioni e abilità stai usando? Che tipo di conversazioni hai con i tuoi colleghi, i clienti, i dipendenti, i superiori? Come ti senti mentre ti immergi nel lavoro?

Quando è il momento della pausa pranzo, dove mangi e con chi? Ti trattieni in un lungo piacevole dove rilassarti dopo il pasto o rientri subito al lavoro, oppure vai a casa e cucini da te il pranzo?
(Ricorda, questo è il tuo giorno ideale, può essere quello che vuoi che sia.)

Ritorni al lavoro? Come spendi il tuo pomeriggio? Se stai lavorando, dove stai lavorando? Su cosa stai lavorando? Come ti senti mentre ti impegni in questa parte della tua giornata?

A fine giornata, cosa fai prima di cena? Frequenti amici per trascorrere un’ora felice in compagnia, esci per correre o fare una passeggiata? Qual è il tuo modo ideale per trascorrere la tua prima parte della serata?

Dove mangi per cena? Cucinerai un pasto delizioso a casa tua o uscirai? Con chi mangi?

Come trascorri il resto della notte? Hai una routine serale che ti piace ripetere? Se è così, com’è? Come ti prepari per la notte?

Mentre ti corichi e sei pronto ad addormentarti, prendi nota di come ti senti dopo aver vissuto questa giornata ideale. Quali parole descrivono le tue sensazioni?
Quando sei pronto, apri gli occhi e scrivi tutto quello che hai visualizzato. Assicurati di includere come ti sei sentito, con il maggior numero di dettagli, per trascrivere un resoconto del tuo esercizio di visualizzazione il più completo e dettagliato possibile.

Ti accorgerai, all’inizio di questo esercizio di visualizzazione, di quanto sia difficile lasciare andare la tua immaginazione ma, ricorda: questa è la tua giornata perfetta, fantasticamente felice!

Ora scrivi una cosa che puoi fare oggi, per iniziare a muoverti nella giusta direzione e rendere questo sogno una realtà.

Pensa ai passi di un bambino che impara a camminare.
Quale è l’azione che puoi intraprendere oggi?
Forse è incorporare una routine mattutina nella tua giornata, forse trovare più tempo da spendere con i tuoi affetti.
Qualunque cosa sia, fai quel passo, ora sei in viaggio, ed è un viaggio tutto da godere!

Se ti fa piacere, la tua esperienza è la benvenuta nei commenti.
Lascia la tua testimonianza delle paure che hai affrontato e vinto, degli ostacoli che ancora non credi di riuscire a superare, dei risultati che grazie alla visualizzazione si sono finalmente manifestati nella tua vita.

Walter

Published by Walter

Appassionato di tecniche di benessere, sperimentatore di metodi olistici e alimentazione naturale. Ha fondato un blog che approfondisce la sfera della salute naturale e del benessere... Se non è sul blog lo trovi sicuramente al parco a praticare i cinque Tibetani...

Scrivi qui il tuo commento

Rispondi

Questo è un negozio di prova — nessun ordine sarà preso in considerazione. Ignora