LOADING

Type to search

Disintossicazione:12 metodi detox per migliorare la tua vita e la tua salute

Disintossicazione:12 metodi detox per migliorare la tua vita e la tua salute

Share

Anche se facciamo attenzione, con tutte le migliori intenzioni e i massimi sforzi, per vivere una vita sana e sostenibile, è praticamente impossibile al giorno d’oggi evitare il contatto con tutte le tossine che ci circondano, presenti nell’ambiente, negli oggetti che usiamo e negli alimenti di cui ci nutriamo.

La domanda che puoi farti non è solo quanto tu sia esposto alle tossine ma anche come conoscere la tolleranza genetica individuale del tuo corpo a questi agenti dannosi, e quali azioni detox puoi intraprendere per tutelare la tua salute.

Ci sono persone che possono gestire molti fattori di stress nella vita, comprese le tossine, mentre altri non sono in grado di farlo, e questo è dovuto a cause genetiche.
Per esempio, alcune persone potrebbero fumare fino a tre pacchetti di sigarette al giorno e vivere fino a 80 anni senza particolari disturbi, mentre la prossima persona che potrebbe ammalarsi e morire di cancro a 40 anni potrebbe non aver mai toccato una sigaretta in vita sua. Attenzione, questo non significa che il fumo sia sano, ma dimostra come ognuno di noi ha soglie diverse di tolleranza alle tossine.

Molte persone presentano disfunzioni di metilazione. Che cosa significa?
Qui occorre una breve introduzione, descrivendoti prima cos’è la metilazione e l’epigenetica.

Metilazione

La metilazione del DNA è una modificazione epigenetica del DNA, è quindi facile intuire che non solo questi cambiamenti genetici aumentano le possibilità di sviluppare una qualche forma di autoimmunità, ma inibiscono anche la capacità del corpo di gestire le tossine.

In alcune persone si manifestano alterazioni e disfunzioni della metilazione, come la mutazione del gene MTHFR: un esempio sono le malattie autoimmuni, dove il sistema immunitario si rivolge contro il corpo che lo supporta. Queste malattie autoimmuni negli ultimi decenni sono aumentate rapidamente.

Epigenetica

L’epigenetica è quella disciplina della genetica che studia tutte le modificazioni ereditabili che però non alterando la sequenza del DNA (in particolare con riferimento ai fenomeni ereditari a livello cellulare).

La metilazione del DNA è dunque un processo essenziale per il normale sviluppo nei mammiferi, e quindi anche nell’uomo: questo processo è associato con alcuni processi chiave, tra cui l’imprinting genomico, l’inattivazione del cromosoma X, la soppressione di elementi ripetitivi e infine la carcinogenesi.

Ho già scritto in diversi altri altri articoli come lo stress, la dieta povera di nutrienti e non equilibrata, le intolleranze alimentari, le infezioni e la sindrome dell’intestino irritabile potrebbero innescare la predisposizione genetica verso le malattie autoimmuni.
Le tossine sono un ulteriore tessera che si interseca nel puzzle delle malattie autoimmuni, non ancora del tutto svelato.

Tra gli agenti responsabili trovi gli xenobiotici: sono dei composti chimici (farmaci, pesticidi e sostanze cancerogene) che sono estranei al tuo corpo. Alcuni di essi possono essere implicati nell’attivazione, nella progressione e nell’esacerbazione delle malattie autoimmuni.

Di seguito trovi un elenco – non completo – di alcuni xenobiotici tra i più comuni con cui puoi entrare in contatto nella vita di tutti i giorni, e che favoriscono l’innesco delle sindromi da deficit immunitario.

Mercurio: è presente nei frutti di mare e nei pesci al vertice della catena alimentare, come il tonno, oltre che nelle amalgama delle otturazioni dentarie;

BPA (Bis-fenolo A): presente come molecola di sintesi nella composizione di molte materie plastiche e additivi di uso comune;

Cloruro di vinile: rilevato in alcune acque di rubinetto, nelle tappezzerie dei veicoli e nelle stoviglie di plastica;

Solventi organici: si trovano in alcune vernici, smalti, lacche, adesivi, colle e detergenti. Sono utilizzati nella produzione di coloranti, materie plastiche, prodotti tessili, inchiostri da stampa, prodotti agricoli e farmaceutici;

Formaldeide: utilizzata in molti prodotti per la pulizia e l’igiene personale, come shampoo e detergenti per la pelle.

Metalli pesanti: sono presenti in alcune acque di rubinetto, così come in molti prodotti per la pulizia, l’igiene personale e nei detergenti per capelli.

Pesticidi: si trovano come residuo negli alimenti non biologici e nell’acqua.

La buona notizia è che con pochi e semplici accorgimenti puoi abbassare sostanzialmente l’esposizione alle tossine e mantenere la tua salute a un livello ottimale.

Disintossicazione e purificazione: ecco le principali azioni che puoi mettere facilmente in atto per proteggerti:

1. Ottieni la anamnesi completa del tuo stato di salute.

Una medicina funzionale guarda alla tua salute valutando e tenendo conto della tua storia dettagliata, che comprende l’ambiente domestico dove vivi, il lavoro che svolgi e di conseguenza le tossine a cui puoi essere esposto quotidianamente.

Gli ambienti che comunemente sono contaminati dalle tossine includono:

  • Officine meccaniche (carrozzerie, gommista ecc.)
  • Saloni di bellezza, parrucchieri
  • Ambulatori dentistici
  • Fabbriche che utilizzano prodotti chimici
  • Sedi di servizi sociali/imprese di pulizia/ambienti con attività di assistenza e comunitaria
  • Edifici fatiscenti
  • Ambienti, macchinari e veicoli trattati con vernice a base di piombo

2. Scopri se il tuo corpo sta creando anticorpi alle tossine.

E’ raccomandabile eseguire degli esami del sangue per controllare se il tuo sistema immunitario sta creando anticorpi contro alcune di queste tossine, alimentando infiammazioni in tutto il corpo.

3. Risolvi e controlla l’infiammazione: manteni l’equilibrio del tuo sistema immunitario.

Nel gestire le condizioni autoimmuni il tuo obiettivo primario dovrebbe essere quello di controllare i livelli di infiammazione e di equilibrare il sistema immunitario.
Come suggerimento, per iniziare, è sempre raccomandabile la guarigione del microbioma, quell’insieme di miliardi di microrganismi – nella maggior parte batteri insediati nel tuo tratto gastrointestinale – che regolano l’assorbimento dei nutrienti, la produzione di vitamine, l’energia, il buon funzionamento delle tue difese immunitarie e formano una barriera attiva contro gli agenti patogeni, oltre alla gestione dello stress e l’adozione di una dieta sana ed equilibrata.

4. Detergenti e detersivi eco sostenibili e naturali.

I saponi convenzionali, così come i detersivi per lavatrice, compresi gli ammorbidenti per i tessuti e i detergenti per uso domestico contengono sostanze chimiche nocive per la tua salute.
Cerca sempre prodotti etichettati non come tossici e preferisci quelli con ingredienti vegetali.
In rete e presso le più conosciute organizzazioni per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente e dei consumatori puoi trovare e scaricare gratuitamente diverse guide con elencati i detergenti non tossici reperibili sul mercato in Italia.

5. Utilizza oli essenziali invece di profumi di sintesi.

Invece di utilizzare candele profumate con aromi artificiali e coloranti chimici, puoi optare per gli oli essenziali. Sono un’ottima alternativa ai profumi commerciali e ti beneficiano anche di una azione guaritrice per molti disturbi.
E’ vero che i profumi e le acque di colonia possono essere piacevoli, ma molti contengono anche ingredienti tossici. L’utilizzo degli oli essenziali è un ottima alternativa, sana e naturale, per sostituire i deodoranti e i profumi per il corpo e per l’ambiente.

6. Piante depuratrici per l’interno.

Un modo per depurare l’aria che respiri è quello di usare le piante in vaso all’interno della tua casa e sul posto di lavoro. Diverse piante ornamentali sono degli ottimi filtri che depurano l’aria, oltre che essere piacevoli da guardare o usate come complementi di arredo: il Falangio o Nastrino (Chlorophytum), la Dracaena o Tronchetto della felicità (Dracaena Fragrans o Deremensis), le diversissime varietà di Crisantemo (Chrysanthemums) e lo Spatafillo (Spathiphyllum) sono tutte piante da interno adatte a purificare i tuoi spazi, dove abitualmente vivi e lavori.

7. Prodotti non tossici sulla pelle.

Ricorda che la tua pelle è l’organo filtro più grande e assorbe tutte le tossine che sono presenti nei saponi convenzionali, negli shampoo e nei prodotti per il trucco. Invece di lozioni e creme acquistate nei supermercati della grande distribuzione, prova invece a usare olio di mandorle, di jojoba o di noce di cocco. Ci sono grandi opzioni di bellezza tutte naturali e non tossiche che la natura sa offrire e a cui puoi attingere per la cura del tuo corpo.

8. Creme solari naturali.

La ricerca suggerisce che l’84% dei prodotti per la protezione solare è dannoso per i consumatori. Allo stesso tempo, molti di noi evitano l’esposizione prolungata al sole e questo con il tempo può portare a sviluppare una carenza di vitamina D, che può causare ulteriori problemi autoimmuni. Scegli e utilizza filtri solari sicuri e non tossici, e cerca di esporti per circa 10 minuti al sole ogni giorno.

9. Sosteni la metilazione

La metilazione è un processo biochimico che avviene più di un miliardo di volte al secondo nel corpo per mantenerlo vivo e sano. Molte persone con deficienze immunitarie hanno problemi genetici di metatazione, come le mutazioni del gene MTHFR, il che rende difficile l’azione detox che avviene in condizioni normali.

Ecco alcuni ottimi suggerimenti per sostenere in maniera sana il processo di metilazione, aiutandoti con il cibo:

Verdure a foglia verde

Il folato, che si trova nelle verdure a foglia verde come il cavolo, il carciofo, il cardo e lo spinacio, è un elemento necessario per la metilazione. Assicurati di inserire nella tua dieta questi nutrienti verdi ogni giorno.

Se per te non è possibile consumare questi ortaggi verdi crudi, puoi prepararli cotti, ti saranno utili anche per mitigare qualsiasi sconvolgimento gastrointestinale.

Verdure ricche di zolfo

Cavoli, broccoli, cavolfiori, cavolo nero, cipolle, aglio, funghi e asparagi sono tutti alimenti vegetali che supportano la metilazione.

Frattaglie da animali allevati al pascolo

Gli organi interni di animali allevati al pascolo, da allevamento biologico, come il fegato, sono la fonte più ricca di vitamine B del pianeta, che è essenziale per una metilazione ottimale.

10. Utilizza i super alimenti purificanti per la disintossicazione del tuo corpo.

Assicurati la disintossicazione con gli alimenti giusti, da inserire ogni giorno nella tua dieta:

  • aglio
  • coriandolo
  • prezzemolo
  • piantaggine
  • spirulina
  • salvia
  • trifoglio rosso (fiore)

Sia che tu li utilizzi in frullati, insalate o come contorno ai piatti principali, consumare questi vegetali a rotazione durante la tua settimana è un ottimo modo per fare dei tuoi pasti non solo un momento rilassante ma anche curativo:un trattamento detox a tutto vantaggio del tuo benessere.

11. Bere acqua pulita.

Utilizza un filtro di qualità in casa per rimuovere almeno la maggior parte delle tossine comuni presenti nell’acqua del rubinetto.

12. Evita i contenitori e le stoviglie in teflon.

Il composto chimico utilizzato per produrre il Teflon può essere molto difficile da eliminare per il corpo. Invece di utilizzare le pentole e le padelle in teflon, prova le stoviglie in ghisa o in ceramica non tossica.

Eri a conoscenza della quantità di tossine che ti circondano?

Seguendo gli accorgimenti contenuti in questo articolo potrai facilmente controllare e contenere la presenza delle tossine in casa e nell’ambiente di lavoro, e in certi casi anche eliminarle, mentre con l’integrazione degli alimenti detox nella tua dieta avrai uno strumento in più per una depurazione efficace.

Quante tossine hai scoperto essere presenti nella tua vita?

Lascia nei commenti la tua esperienza, sarà utile a tutti gli altri lettori, e potremmo scoprire altre tossine e i metodi per eliminarle anche grazie a te.
A presto e buona purificazione!

Walter

Appassionato di tecniche di benessere, sperimentatore di metodi olistici e alimentazione naturale. Ha fondato un blog che approfondisce la sfera della salute naturale e del benessere... Se non è sul blog lo trovi sicuramente al parco a praticare i cinque Tibetani...

  • 1

Scrivi qui il tuo commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.